Sostituire scarico wc a muro

Togliere lo Scarico a Muro del WC: ecco come Farlo!

Rimpiazzare lo scarico a muro del WC può sembrare un’impresa complicata, soprattutto se non hai mai avuto esperienze lavorative con l’idraulica prima d’ora. Ma non preoccuparti! Seguendo le giuste misure di sicurezza e i consigli che stiamo per darti, puoi anche tu provvedere al sostituzione del tuo vecchio scarico a muro in modo corretto e veloce.

Per prima cosa, devi scegliere un buon scarico a muro. La scelta dipende dalla tipologia di WC che hai in casa tua. Ad esempio, se il tuo WC è quello dotato di un tubo di scarico a doppia uscita, dovrai scegliere uno scarico a muro dello stesso tipo. Per sapere qual è l’esatta misura di cui hai bisogno, puoi sempre misurare il vecchio scarico a muro che stai sostituendo.

Una volta scelto il nuovo scarico a muro, devi procedere con la rimozione del vecchio. Per prima cosa, devi riempire la vasca con l’acqua, in modo da evitare che la pressione dell’acqua presente nelle tubature di casa tua si abbassi troppo. Poi, devi chiudere il rubinetto principale e svitare i dadi di bloccaggio del vecchio scarico a muro.

Una volta rimosso il vecchio scarico a muro, devi assicurarti di avere una buona presa sulle pareti della vasca. Per fare questo, puoi usare una miscela di malta di cemento e acqua. Utilizzando una spatola, devi stendere la miscela sulla superficie delle pareti, quindi posizionare il nuovo scarico a muro e fissarlo con dei tasselli.

Infine, devi collegare il nuovo scarico a muro al sistema di scarico esistente. Per fare questo, devi svitare i dadi di bloccaggio della tubatura principale e collegare i nuovi tubi di scarico al sistema. Assicurati di stringere bene i dadi di bloccaggio prima di riaprire il rubinetto principale.

Ora che hai installato il tuo nuovo scarico a muro, dovresti ricontrollare periodicamente la sua tenuta. Assicurati che i dadi di bloccaggio siano ben stretti, e che nessuna delle parti sia danneggiata o ossidate. Se noti delle perdite o delle infiltrazioni, devi provvedere subito a sostituire il scarico a muro.

Inoltre, devi prestare attenzione alla pulizia dello scarico a muro. Per questo, devi usare una spazzola morbida e dei detergenti adatti, in modo da evitare che si accumulino sporcizia o residui di calcare. Questo ti aiuterà a mantenere le tubature in buone condizioni e a prevenire eventuali problemi.

Speriamo che queste indicazioni ti siano state utili per sostituire con successo il tuo scarico a muro. Ma se, nonostante le nostre indicazioni, non riesci a togliere lo scarico a muro del WC, non esitare a chiamare un idraulico professionista.

Altre questioni di interesse:

Quanto costa la sostituzione del scarico del WC?

Scarico del WC: Quanto costa la sostituzione?

Un WC con uno scarico difettoso può essere una vera seccatura. Ma quanto costa sostituirlo?

Costi della manodopera: La sostituzione di uno scarico del WC richiede un po’ di lavoro. Il costo della manodopera dipende da dove vivi e da quanto tempo ci vuole per eseguire il lavoro. I prezzi possono variare da un minimo di circa 50 euro ad un massimo di circa 200 euro.

Costi dei materiali: Per la sostituzione dello scarico del WC sono necessari alcuni materiali come gli anelli di tenuta, il tappo e le viti. Il costo dei materiali può variare da un minimo di circa 30 euro ad un massimo di circa 70 euro.

Altri costi: La sostituzione di uno scarico del WC potrebbe richiedere anche l’acquisto di una pompa di sollevamento se l’acqua non riesce a fluire in modo corretto. Il costo di una pompa di sollevamento può variare da un minimo di circa 50 euro ad un massimo di circa 200 euro.

Per risparmiare: Se sei abbastanza coraggioso, puoi provare a sostituire da solo lo scarico del WC. Puoi trovare online una vasta gamma di guide che ti spiegano come fare. Inoltre, puoi anche acquistare i materiali necessari nei negozi di bricolage.

In definitiva, la sostituzione di uno scarico del WC può essere abbastanza costosa. La manodopera, i materiali e la pompa di sollevamento hanno un costo che può variare da circa 130 euro a circa 470 euro. Tuttavia, se sei abbastanza coraggioso, puoi provare a sostituirlo da solo e risparmiare.

Come funziona una cassetta di scarico a muro in Italia?

Come Funziona una Cassetta di Scarico a Muro in Italia?

Tipi di Cassetta di Scarico: La cassetta di scarico a muro in Italia può essere di due tipi: quella a pavimento e quella a muro. La cassetta a muro è adatta ai bagni in cui non c’è spazio per una cassetta a pavimento.

Installazione: L’installazione di una cassetta di scarico a muro inizia con la scelta dei tubi di scarico appropriati. I tubi devono essere tagliati in modo da adattarsi alla dimensione della cassetta di scarico. Una volta che i tubi sono stati tagliati, possono essere facilmente collegati alla cassetta.

Funzionalità: Una cassetta di scarico a muro è progettata per consentire il deflusso dello scarico dal bagno al sistema fognario. La cassetta di scarico comprende una valvola di sfiato, una valvola di scarico e una valvola di riempimento. La valvola di sfiato consente all’aria di uscire mentre la valvola di scarico consente all’acqua di entrare nella cassetta. La valvola di riempimento controlla il livello dell’acqua nella cassetta.

Manutenzione: Una volta installata, una cassetta di scarico a muro richiede poca manutenzione. Tuttavia, dovrebbe essere controllata regolarmente per assicurarsi che sia in buone condizioni. Se la cassetta di scarico è intasata o danneggiata, deve essere sostituita o riparata in modo da assicurare che l’acqua fluisca correttamente.

Materiali: Le cassette di scarico a muro sono generalmente realizzate in plastica o in acciaio inossidabile. Entrambi i materiali hanno vantaggi e svantaggi. La plastica è più leggera e più economica, ma è più suscettibile ai danni. L’acciaio inossidabile è più resistente alla corrosione, ma è più costoso.

Prezzi: I prezzi di una cassetta di scarico a muro variano a seconda del tipo di cassetta, del materiale e della marca. I prezzi partono da circa 25 euro per una cassetta di scarico in plastica di base e possono arrivare fino a 250 euro per una cassetta di scarico in acciaio inossidabile di marca.

Per concludere, sostituire uno scarico a muro è un’attività di manutenzione idraulica semplice che può essere eseguita da quasi chiunque. Con l’acquisto di un kit di sostituzione e un po’ di conoscenza tecnica, è possibile completare questo lavoro in un paio d’ore. Si tratta di un lavoro che può far risparmiare un sacco di soldi rispetto a chiamare un idraulico. Prenditi il tempo di fare le ricerche necessarie e di acquistare i pezzi giusti e otterrai uno scarico a muro sicuro e funzionante.

Luciano Izza
Autore:
Luciano Izza
Responsabile tecnico a Vernicilegno dal 1990, tecnico industriale al Lycée Chateaubriand, sono diventato un esperto di riparazioni e degli strumenti per eseguirle